Notizie di moda | Made in Italy
Borse

Borsa più costosa al mondo: 6 milioni di euro per salvare l’oceano

borsa-piu-costosa-al-mondo

Spendereste 6 milioni di euro per comprare la borsa più costosa al mondo? Magari per una giusta causa… salvare l’oceano dall’inquinamento dalle plastiche non biodegradabili!

Il brand italiano d’accessori Boarini Milanesi ha scommesso sul tema ambiente lanciando sul mercato una super lussuosa borsa dal valore di 6 milioni di euro. Per ogni vendita 800.000 € verranno donati a una fondazione dedicata alla salvaguardia dei nostri mari.

Boarini Milanesi è un brand bolognese che ha lanciato questo progetto per salvaguardare i mari anche dall’inquinamento delle mascherine e dei guanti.

La borsa più costosa al mondo

borsa-piu-costosa-al-mondo

L’obiettivo nobile del brand bolognese è quello di donare 800.000 euro dalla cifra che guadagnerà dalla vendita della borsa più costosa al mondo a favore della salvaguardia dei mari dall’inquinamento.

L’idea nasce al ricordo del fondatore di Boarini Milanesi i quali ricordi del padre perso sono tutti legati al mare e dei momenti felici passati assiemi.

La borsa più costosa al mondo è stata creata da Carolina Boarini ispirata dal mare e dalle acque degli oceani. Il prezzo così alto è dato dalla qualità del modello in sé: in alligatore semilucido con pavé di diamanti, farfalle fatte d’oro e zaffiri, tormaline Paraiba e diamanti. Per produrre la borsa più costosa al mondo ci sono volute oltre 1000 ore di lavoro. 

Indice
La borsa più costosa al mondo
Titolo
La borsa più costosa al mondo
Descrizione
La borsa più costosa al mondo? Dal valore di 6 milioni di euro la borsa è di Boarini Milanesi il cui ricavato di 800.000 € andrà a favore degli oceani.
Autore
Spinitaly
Logo

2 comments

paola Febbraio 17, 2021 at 3:29 pm

Di solito detesto spendere tanti soldi per cose effimere e inutili. Ma se si tratta di beneficenza, posso capirne il costo.

Reply
Michela Febbraio 20, 2021 at 7:04 am

Secondo me a parità di costo dovrebbero devolvere l’intera somma o almeno la metà all’associazione. Proposta bocciata

Reply

Leave a Comment

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy