Moda

La moda sostenibile: The Age of new Visions

La moda sostenibile? Firenze, Milano e Roma, sono le tre città per gli incontri digitali dedicati alla riflessione sugli scenari economici e sulle strategie da implementare per far ripartire il settore moda.

Unicredit ha lanciato l’iniziativa chiamata The Age of new Visions in collaborazione con Altaroma, Camera Nazionale della Moda Italiana, Pitti Immagine e Nomisma, al fine di raccontare il futuro del sistema moda.

Gli scenari della moda sostenibile in Italia

Da un’analisi condotta da Nomisma su un campione di aziende del settore fashion e luxury italiano, si sono sviluppati gli scenari economici e le strategie da attuare per agevolare la ripartenza del settore Moda. 

Vi è un nuovo modo di approcciare alla comunicazione e soprattutto al consumatore grazie all’utilizzo del digitale e ad una maggiore consapevolezza della sostenibilità e dell’etica. Le tre aree strategiche sono quindi quelle del digital, della sostenibilità e dell’etica in tre città e in tre date.

La prima tappa è iniziata a Firenze il 10 novembre per poi passare su Milano il 24 novembre e a Roma il 1° dicembre con la partecipazione del Presidente di Altaroma Silvia Venturini Fendi in concomitanza della giornata dedicata alla sostenibilità nel Fashion System.

Assieme a lei, Francesco Giordano, il co-ceo commercial Banking Western Europe di UniCredit; il Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa e l’AD di Pitti Immagine, Simone Cipriani nonchè responsabile Ethical Fashion Initiative (UN).

L’evento è stato moderato dal Presidente ed Editore Flash Art, Cristiano Seganfreddo.
Quello della sostenibilità è un tema che sentiamo particolarmente nostro.Nell’ultimo decennio abbiamo lavorato affinché una moda etica fosse possibile. Sostenibili, infatti, non sono soltanto i materiali, ma le produzioni, le lavorazioni e, attraverso
queste, l’intero segmento. Un processo che per noi sia compie in maniera del tutto spontanea e naturale, grazie al coinvolgimento di brand emergenti che nascono sin da subito sotto il segno della sostenibilità e riescono a raggiungere platee sempre più ampie
Silvia Venturini Fendi

Continue reading