La sostenibilità sta diventato un trend che molte aziende stanno seguendo per essere al passo coi tempi nel rispetto dell’ambiente. Anche il brand Vivienne Westwood ha abbracciato questa causa; infatti per la collezione autunno/inverno 2020-2021 non avrà più il contratto con Staff International, collaborazione che si chiuderà dopo ben 30 anni di collaborazione.

Il country manager di Vivienne Westwood, Giorgio Ravasio dichiara sulla rivista Pambianconews, di voler internalizzare la collezione di prêt-à-porter diventando in questo modo, responsabili della realizzazione dei capi e del controllo della filiera.

Qualità più alta per aumentare il valore percepito dal cliente e più controllo sulla filiera. Per far fronte alla volontà di diventare un’azienda più sostenibile il brand Vivienne Westwood ha deciso di far parte in prima persona nella realizzazione dei prodotti finiti.

Insomma un’attenzione particolare alla supply chain che diventa una chiave strategica sempre più importante per apportare valore alle aziende. Vivienne Westwood controlla la distribuzione degli showroom di Milano, New York e Los Angeles, Londra, Parigi; ci sono negozi in franchising ma anche negozi c2c.

Vivienne Westwood internalizza la produzione

vivienne-westwood

L’headquarter è a Milano diventato un “hub produttivo” dove si controllano la qualità e la logistica con particolare attenzione allo sviluppo del prodotto per designarsi come brand made in Italy (prima era a Londra).

La trasparenza di tutta la catena aiuta ad intervenire nel momento giusto e nel punto giusto in caso di malfunzionamenti o di disagi operativi.

Il lavoro è diventato molto più scientifico, per questo motivo sono richieste persone competenti oltre che ai designer. 

Guarda altre notizie su Spinitaly.

Indice
Sostenibilità: Vivienne Westwood internalizza la produzione
Titolo
Sostenibilità: Vivienne Westwood internalizza la produzione
Descrizione
Vivienne Westwood internalizza la propria produzione puntando su una maggiore qualità e sul controllo della supply chain. Leggi su Spinitaly.
Autore
Spinitaly
Logo